22/02/2021

Apertura di settimana debole per i mercati azionari

La settimana si apre in ribasso per i mercati azionari nonostante la chiusra poco mossa di Wall Street di venerdì (grafico a destra): Tokyo guadagna lo 0,46%, ma Shanghai perde l'1,47%, Hong Kong lo 0,5% e Seul lo 0,90%. I futrures sugli indici americani perdono mezzo punto percentuale scendendo sotto ai minimi della scorsa settimana, mentre quello sul DAX perde lo 0,3%.
Prosegue il rialzo dei rendimenti obbligazionari e delle commodities sulle aspettative di una robusta ripresa della congiuntura nel corso del secondo trimestre grazie allo sforzo glibale per le vaccinazioni anti Covid e questa mattina il rendimento del Treasury decennale sale a 1,39% mentre prosegue la discesa del TBond, che questa mattina apre a 162 punti perdendone dieci da inizio annno (grafico in basso): il rendimento del trentennale sale a 2,20%. Il rendimento del Bund risale a -0,29%.
Il petrolio WTI recupera terreno a 60 dollari al barile dai 59 di venerdì mentre ritorna la produzione in Texas: il rialzo mercato è stato ridimensionato in chiusura della settimana dalle notizie riguardanti una ripresa del negoziato tra Stati Uniti e Iran che potrebbe riportare sul mercato l'offerta iraniana bloccata dalle sanzioni americane, ma comunque ha guadagnato dieci dollari dall'inizio dell'anno.Poco mosso il dollaro, che al momento non sembra trarre beneficio dal rialzo dei rendimento: l'euro aprea a 1,2110.
La giornata odierna è povera di dati macro e alle 10:00 è atteso quello più importante della giornata, l'indice IFO della congiuntura tedesca di febbraio, atteso in aumento a 90,50 punti. L'evento principale della settimana è la testimonianza semestrale di Powell al Congresso americano di mercoledì, mentre oggi è atteso un intervennto di Cristine Lagarde.

 

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.