08/01/2021

Attenzione puntata sulla disoccupazione USA di dicembre

Prosegue il rialzo dei mercati azionari sulle aspettative di ulteriori stimoli fiscali negli Stati Uniti dopo la vittoria democratica alle elezione in Georgia, e di una risoluzione della crisi sanitaria con l'inizio della campagna di vaccinazione nei principali paesi.

Ieri l'indice SP500 ha guadagnato l'1,48% a 3803 punti (grafico a destra) e il Nasdaq il 2,5% grazie al rally dei cinque principali titoli tecnologici: la Apple sale del 3,4% e Microsoft del 2,85%, Facebook del 2% e Google del 3%. Più cauta Amazon a +0,76%. Tesla continua nel suo volo salendo di un ulteriore 7,94% a 816,04 dollari capitalizzando 730 miliardi di dollari.

Positivo anche il settore bancario con JPM che guadagna il 3,28% a 135 dollari grazie al rialzo dei rendimenti obbligazionari: il Treasury decennale apre questa mattina a 1,09% mentre il Tbond ha perso quattro punti da inizio anno (grafico in basso).

Il rialzo dei rendimenti in dollari sta sostenendo il dollaro e l'euro questa mattina torna a quota 1,2220 dopo aver trattato nei gironi scorsi sopra quota 1,2350, ma è da notare come le posizioni speculative contro la valuta americana siano a livelli record e l'euro potrebbe essere indebolito ulteriormente dalle ricopertura.

In rialzo il petrolio WTI a 51 dollari al barile dopo la decisione saudita di ridurre la produzione in febbra per compensare l'aumento di quella russa.

Positivi anche i mercati azionari asiatici con Seul che guadagna il 4% e Tokyo il 2,36% facendo segnare un nuovo massimi degli ultimi decenni. Hong Kong guadagna oltre un punto mentre Shanghai chiude invariata. Positivi dello 0,8% i mercati europei in apertura di giornata.

L'attenzione dei mercati è oggi puntata sul dato americano della disoccupazione di dicembre: gli analisti si attendono solo 70 mila nuovi occupati e un leggero aumento del tasso di disoccupazione a 6,8% a 6,7% di novembre.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.