03/03/2021

Corregge Wall Street, ma salgono i mercati asiatici

Wall Street ieri ha ritracciato parte del rialzo precedente e l'impressione è che non sia ancora pronta per ripartire al rialzo, ma che debba ancora consolidare o correggere maggiormente: i principali titoli tecnologici sono stati nuovamente oggetto di prese di beneficio, con la Apple che ha perso due punti percentuali, Microsoft l'1,3% e Amazon l'1,6%. Facebook ha perso il 2,2% e Google lo 0,23%. L'indice SP500 ha chiuso a -0,8% (grafico a destra), mentre il Nasdaq ha perso l'1,8%.
In ribasso anche i titoli bancari con JPMorgan a -0,33% e Citigroup a -0,9: il mercato obbligazionario ha chiuso positivamente con il rendimento del Treasury decennale a 1,39% e il TBond di giugno a 159,8.
Contrastato il settore energia con Chevron in rialzo dello 0,38 % e Exxon Mobil in ribasso dello 0,59% nonostante la flessione del petrolio WTI a 59,50 dollari al barile: in attesa della riunione dell'OPEC+ di giovedì il greggio ha perso oltre tre dollari dal massimo della scorsa settimana.
L'indice Stoxx50 europeo ha chiuso invariato.
I mercati asiatici non seguono la correzione di Wall Street e chiudono in rialzo: Tokyo guadagna mezzo punto percentuale, ma il rialzo di Shanghai e Hong Kong è intorno al 2% e quello di Seul dell'1,29% e anche i futures sugli indici americani salgono di mezzoo punto percentuale-
In ribasso invece il petrolio WTI sotto ai 60 dollari al barile in attesa della riunione di domani dell'OPEC+, e si indebolisce anche il dollaro, con l'euro che risale a 1,210 dal minimo di ieri a 1,20 nonostante il dato sull'inflazione nell'area euro di ieri ancora debole.
Scendeno leggermente i rendimenti dei Treasurys con quello dello del decennale a 1,40%.
Sul fronte dei dati macro si segnala la flessione dell'indice Caixin cinese di febbraio a 51,7, mentre in giornata sono attesi i dati finali degli indici Markit sulla congiuntura di febbraio in Europa e negli USA. Nel pomeriggio avremo anche l'indice ISM dei servizi per gli Stati Uniti.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.