16/09/2022

Mercati azionari ancora deboli

Il tema dominante rimane quello dei rialzi dei rendimenti obbligazionari e anche se ieri il mercato dei Treasurys è rimasto piuttosto fermo con il rendimento del Treasury decennale invariato a 3,44% i titoli tecnologici con i P/E più alti sono stati nuovamente venduti e il Nasdaq ha perso l'1,43% mentre l'SP500 ha chiuso a -1,13% (grafico a destra).
I dati macro americani hanno mostrato una flessione delle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione rafforzando le aspettative di un rialzo dei tassi dello 0,75% la prossima settimana mentre i dati delle vendite al dettaglio sono stati di difficile lettura: migliori delle attese a +0,3%, ma escludendo le vendite di auto sono state peggiori del previsto a -0,3%.
Tra i principali titoli tecnologici Adobe è stato il peggiore a -16,7% mentre Apple, Amazone Google hanno perso quasi il 2%.

In recupero invece il settore bancario

Gli indici asiatici hanno seguito Wall Street con chiusure tutte negative: Tokyo ha perso l'1,11%, Hong Kong lo 0,8% come Seul  e gli indici cinesi oltre un punto e mezzo e gli indici europei dovrebbero aprire in ribasso di mezzo punto come il mercato americano.

© 2001-2022 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.