26/06/2020

Mercati azionari positivi in chiusura di settimana

Dopo un’apertura in ribasso Wall Street ha chiuso in rialzo dell’1,1% a 3083 punti (grafico a destra), ma l’unica notizia positiva che possiamo reperire è che la Federal Deposit Insurance Commission ha dichiarato che ridimensionerà le restrizioni della Volker Rule sui rischi che possono assumere le banche, come ad esempio i margini sugli swap: non ci sembra un cambiamento epocale, ma JPMorgan e Citigroup hanno guadagnato il 3,5% e quindi per gli investitori è un buon motivo per comprare.

Le notizie dal fronte sanitario americano rimangono però negative con il Governatore del Texas che ha rimandato la prossima fase di riapertura delle attività, ma i nuovi casi negli USA hanno toccato mercoledì un nuovo massimo a 38115 unità dall’inizio dell’epidemia.

I dati macro dall’altro lato non giustificano le aspettative di una veloce ripresa dell’attività visto che ieri le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono state ancora a 1,5 milioni mentre quelle in essere sono scese marginalmente sotto i 20 milioni: il mercato azionario quindi sconta una ripresa che i dati stentano a confermare.  Ieri sono stati poi annunciati gli ordini di beni di consumo durevoli di maggio, in aumento del 15,8% rispetto al mese precedente, ma il dato di aprile è stato rivisto al ribasso a -18,8%.

Ieri sono rimbalzati i soliti titoli tecnologici dopo la modesta correzione del giorno prima, con Apple e Microsoft che salgono dell’1,3% e Amazon dello 0,74% a 2754 dollari. Sorprende soprattutto la tenuta della Apple mentre annuncia la richiusura di vari negozi negli Stati Uniti.

Nonostante il rimbalzo del mercato azionario quello dei Treasurys non si è mosso minimamente e il rendimento del decennale ha chiuso ieri a 0,68%.  Il dollaro rimane all’intero della trading range delle ultime settimane con l0’euro appena sopra quota 1,120, mentre il petrolio WTI ieri ha recuperato terreno e questa mattina apre a 38,8 dollari al barile,

I mercati asiatici chiudono in rialzo, con Tooyo che sale dell'1,13% e Shanghai dello 0,3%.  Seul guadagna l'1,08%, ma Hong Kong perde lo 0,8%.

L’attenzione degli investitori è oggi puntata sul dato americano dei redditi e della spesa dei consumatori in maggio: si prevede un aumento della spesa dopo il -13,6% di aprile.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.