17/11/2020

Nuovo record per Wall Street

Ieri Wall Street ha toccato un nuovo massimo storico a 3626,91 per l’indice SP500 (grafico a destra) con un rialzo dell’1,1%, mentre il Dow è salito dell’1,6% grazie soprattutto al + 8,17% della Boeing.

Il mercato è spinto al rialzo dalle aspettative che un vaccino anti covirus sia in arrivo entro gennaio e stiamo assistendo una rotazio0ne dai titoli tecnologici che sono saliti maggiormente quest’anno ai titoli della old economy.  Ieri i tecnologici hanno chiuso poco mossi, con Apple a +0,87%, Amazon invariata come Google e Microsoft in rialzo dello 0,33% 217,23.

In rafforzamento i titoli bancari, con JPMorgan che sale del 2,82% a 117,3 dollari e Bank of America a +2,15%.

Poco mossi invece i mercati asiatici, Con Tokyo che guadagna lo 0,42%, Hong Kong lo 0,1% e Shanghai e Seul in ribasso dello 0,2% e 0,15% rispettivamente.  Invariata l’apertura dei mercati europei, con l’indice Stoxx50 che stenta a seguire gli indici americani (grafico in basso).

Si indebolisce il mercato obbligazionario americano, con il TBond che scende a 171,875 e il rendimento del Treasury decennale che sale a 0,91%.  Si rafforza il petrolio WTI a 41,1 e scende leggermente il dollaro, con l’euro questa mattina a 1,1860.

La giornata odierna è povera di dati macro significativi: l’attenzione è puntata su quello americano delle vendite al dettaglio di ottobre, atteso a +0,5% dopo il + 1,9% del mese precedente, seguito dal dato della produzione industriale USA di ottobre.

 

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.