30/06/2020

Rimbalza Wall Street seguita dai mercati asiatici

Wall Street chiude la giornata in rialzo dell’1,47% (grafico a destra) recuperando parte delle perdite di venerdì e i mercati azionari asiatici rimbalzano dopo il sell-off di ieri.

Il mercato americano è stato spinto al rialzo dal settore industriale con la Boeing in primo piano a +14,4% dopo aver annunciato che inizieranno i voli di prova per riottenere i mercassi per il 737 max dalla Federal Aviation Commission.  Rimbalzano anche i tecnologici con Facebook che risale del 2% nonostante si allunghi la lista dii aziende che ridurranno la spesa pubblicitaria sul social network.  La Apple guadagna il 2,3% a 261 dollari e Microsoft un punto percentuale a 198,44, mentre Amazon perde lo 0,44% a 2680 dollari.

I mercati asiatici recuperano parte delle perdite del giorno prima con Tokyo che risale dell’1,33% e Seul dello 0,7%, mentre Hong Kong sta chiudendo a +0,2%.  Poco mossi i mercati europei in apertura.  I futures americani cedono lo 0,3%.  Sono appena usciti i dati cinesi degli indici dei responsabili degli acquisti per il mese di giugno segnando il quarto mese di ripresa, e anche i dati americani di ieri delle vendite di case sono stati migliori del previsto, ma pesa sui mercati l’aumento dei casi di coronavirus negli Stati Uniti.

Sale il mercato obbligazionario americano con il rendimento del Treasury a 0,63% e si rafforza anche il dollaro, con l’euro che torna a 1,1210 perdendo quasi un punto dal massimo di ieri pomeriggio.   In recupero il petrolio WTI sopra ai 39 dollari al barile.

Per la giornata odierna l’attenzione degli investitori è puntata sul dato dell’inflazione dell’area euro di giungo, attesa invariata a 0,1% e quindi sul dato della fiducia dei consumatori USA di giugno calcolato dal Conference Board.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.