03/08/2022

Wall Street corregge dopo l'ampio rialzo

Il tema principale della giornata di ieri è stato il viaggio a Taiwan di Nancy Pelosi con conseguenti timori di un accentuarsi delle tensini tra USA e Cina e nell'incertezza sono prevalse le prese di beneficio dopo due settimane di rialzi. Il Dow Jones ha perso oltre un punto a causa del -5,8% di Caterpillar, mentre il Nasdaq ha tenuto meglio nonostante il -1,15% di Microsoft, il -0,93% di Apple e il -0,92% di Amazon. Tesla ha guadagnato invece l'1,,1% e Google lo 0,24%.
Particolarmente venduti i titoli bancari con Bank of America che perde l'1,99% e JMorgan l'1,56%, Wells Fargo l'1,52% e Goldman Sachs l'1,26%.
Debole anche il settore petrolifero con Exxon Mobil che perde lo 0,43% e Chevron lo 0,8% sui titoli che il rallentamento della congiuntura globale riduca la domanda di greggio: il petrolio WTI è sceso sotto ai 94 dollari al barile e il Brent a 99,50.
Le tensioni geopolitiche aiutano il dollaro che spinge l'Euro sotto quota 1,020 mentre lo yen si rafforza a 133.
Continua la correzione del mercat obbligazionario con il rendimento del Treasury decennale che risale a 2,75%.
Oggi l'attenzione degli investitori è puntata sui risultati dei survey dell'S&P sulla congiuntura di luglio ni principali paesi, ma si tratta della revisione della prima stima. In mattinata avremo le vendite al dettaglio nell'area Euro di giugno e nel pomeriggio l'indice ISM non manifatturiero americano per il mese di luglio, atteso i ribasso.

© 2001-2022 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.