06/04/2021

Invesco Global Consumer Trends

CARATTERISTICHE
l'Invesco Global Consumer Trends investe in azioni del settore dei consumi discrezionali seguendo come benchmark l'indice MSCI World Consumer Discretionary: è un indice all'interno del quale Amazon ha un peso del 20%, seguita da Tesla con il 7,8% e Home Depot con il 5%. Gli scostamenti dal benchmark sono pero di norma significativi in terminio di allocazione geografica e ad esempio a fine febbraio l'85% era investito in titoli degli Stati Uniti, Cina (al 10%) e Giappone, mentre i titoli azionari cinesi non fanno parte del benchmark. Radicali anche gli scostamenti nelo stock picking, con l'11% invstito in Penn National Gaming e Caesars Entertainment (due operatori di Casinò nel Nord America) e il 3,8% in Farfetch (piattaforma online di commercio), tre titoli che non fanno parte dell'indice. L'allocazione settoriale mostra attualmente un notevole sovrappeso sul settore dell'intrattenimento, particolarmente penalizzato nel 2020. Il portafoglio tende ad essere piuttosto concentrato, con oltre il 40% nelle prime posizioni, ma meno del benchmark dove il peso di Amazon è notevole.
I RISULTATI
La performance il euro nei 36 mesi a fine febbraio è stata dell'81%, ben 23 punti sopra quella del benchmark del fondo, soprattutto grazie al +47% dell'anno scorso, spiegata dai titoli del commercio elettronico su cui ha puntato il fondo. La volatilità dei rendimenti mensili al 25% è stato ampiamente sopra alla media a causa di un beta pari a 1,18 (rispetto al benchmark del fondo).
CLASSI E COSTI
Del fondo vengono distribuite tre classi retail, la A, la E e la R. La A è in dollari è il costo totale di gestione è stato dell'1,87% nel corso dell'ultimo esercizio. Quello della classe E in Euro è stato del 2,62%, mentre quello della classe R in dollari è stato del 2,57%. Sono disponibili anche classi a distribuzione e con la copertura del rischio cambio nelle varie valute.
L'OPINIONE
l'Invesco Global Consumer Trends è un prodotto da considerare nella costruzione di un portafoglio diversificato: si focalizza però sui titoli del commercio elettronico e dell'intrattenimento evitando ad esempio il settore automobilistico che ha un peso vicino al 18% nel benchmark e pertanto non è un fondo adatto all'investitore che vuole rendimenti vicini al benchmark di categoria, essendo probabile che anche in futuro gli scostamenti saranno significativi.

 

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.