03/07/2020

Mercati azionari ancora positivi

I dati della disoccupazione americana di giugno sono stati interpretati positivamente dal mercato azionario americano con l’indice SP500 che guadagna lo 0.45% a 3130 punti (grafico a destra): secondo il Labour Department sono stati creati 4,8 milioni di nuovi posti di lavoro in giugno e il tasso di disoccupazione è sceso dal 13,3% all’11,1%.

I soliti tecnologici proseguono al rialzo con Amazon che guadagna lo 0,4% a 2890,3 dollari e la sua capitalizzazione raggiunge gli 1,44 trilioni di dollari contro gli 11,58 di utili dell’anno scorso, con un p/e pari a 130. Tesla sale del 7,95% a 1208,66 e capitalizza 224 miliardi di dollari superando la Toyota. Invariata Apple mentre Microsoft sale dello 0,76% a 206 dollari.

Perdono il 3% circa i titoli crocieristici dopo che alcuni stati americani hanno chiuso nuovamente l’attività economico a seguito dell’aumento dei nuovi casi di coronavirus.

I mercati asiatici seguono il rialzo di quello americano, con Tokyo che guadagna lo 0,66%, Shanghai il 2% e Hong Kong l’1,26%, mentre i mercati europei aprono invariati nonostante i futures americani siano in territorio positivo.  In serata è uscito l’indice Caixin sulla congiuntura cinese di giugno in rialzo a 55,7 punti.

Poco mosso il mercato dei Treasurys con il rendimento del decennale fermo a 0,67% mentre il dollaro rimane fermo a 1,1240 contro l’euro e 107,50 contro lo yen.  Stabile anche il petrolio WTI a 40,20 dollari al barile.

Oggi i mercati americani son chiusi per la festività del 4 luglio, ma sono attesi i risultati dei survey della Markit sulla congiuntura di giugno nei vari paesi europei.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.